I miei Preferiti

La mia guida di Tokyo

Hai trovato qualcosa di interessante? Fai clic sul cuore nell'articolo per aggiungere una pagina di questo sito ai Preferiti.

Inizio del testo principale.

Updated: February 28, 2019

Lungo i canali e i fiumi di Tokyo, si vede il passato e il presente della città

Il centro di Tokyo è attraversato da stretti canali che toccano molti dei luoghi di maggiore interesse turistico, primo tra tutti il Palazzo imperiale; nonostante i canali non rivestano più il ruolo centrale che avevano un tempo, senza di essi la città non sarebbe la stessa ed esplorarli è interessante per fare emergere i processi di mutamento e continuo sviluppo di Tokyo.

Suggerimenti

  • Gite sui canali storici
  • Passeggiate a Nihonbashi e Kanda, un tempo quartieri del commercio
  • La città premoderna da scoprire nei templi, nei giardini e nel sito del castello
  • Le zone di recente sviluppo affacciate sulla baia

Di Keisai Eisen, Nihonbashi, mattina innevata

La città orientale sull'acqua

Durante il periodo Edo (1603-1867), la vita a Tokyo ruotava intorno ai suoi fiumi e ai suoi canali, pieni di imbarcazioni che trasportavano passeggeri e merci. Come dimostrano alcune stampe dell'epoca, anticamente, Edo, l'attuale Tokyo, veniva paragonata a Venezia.

Di Ando Hiroshige, Le cinquantatre stazioni di posta del Tokaido, Nihonbashi

Lo sviluppo incentrato sui canali

In passato, beni di vario genere giungevano a Edo da tutto il Giappone via mare e poi attraverso la rete di canali voluta dallo shogun Ieyasu. A ogni molo, le merci venivano scaricate nei punti chiamati 'kashi', veri e propri centri di smistamento per l'immagazzinamento e la vendita sia all'ingrosso che al dettaglio, nei mercati. Nelle zone intorno ai 'kashi' nacquero così negozi e punti di ristoro per i tanti lavoratori locali e fu così che, grazie ai suoi canali, Edo si sviluppò fino a diventare una fiorente città con più di un milione di abitanti.

Yakatabune, la tradizione dell'intrattenimento sull'acqua

Le imbarcazioni 'yakatabune' che punteggiano il labirinto di canali di Tokyo sono un'ottima occasione per una gita sull'acqua da godersi mangiando e bevendo sotto le luci soffuse delle lanterne.
Sull'acqua in 'yakatabune'

Fuochi d'artificio sul fiume Sumida

Il passato di Edo e le nuove prospettive sulla Tokyo di oggi

Ancora oggi, fiumi e canali sono un invito irresistibile a una gita sull'acqua sia per gli abitanti che per i turisti. La brezza, il rumore lontano della città e le voci di chi manovra le imbarcazioni riportano alle atmosfere di Edo, vivaci e piene di energie. Ma una gita sui canali offre anche nuove prospettive da cui scoprire il panorama urbano attuale di Tokyo, la moderna città sull'acqua.

Il fiume Sumida oggi

I vecchi quartieri del commercio

Collegata a molti canali, la zona dal lato sud di Akihabara a Kanda, Nihonbashi e Ginza, dove abitavano mercanti e artigiani, era la più prospera e vivace di Edo. Oggi, queste aree mantengono il loro spirito commerciale con un susseguirsi di grandi magazzini e negozi importanti.

A Nihonbashi, il primo grande magazzino in Giappone

Per immaginare il periodo Edo, una visita al santuario Kanda e poi da Mitsukoshi, il primo grande magazzino in Giappone fondato dalla facoltosa famiglia di mercanti Mitsui, e al ponte di Nihonbashi, punto di partenza delle cinque arterie stradali Gokaido di Edo.

Altri luoghi di interesse storico sull'acqua

Proseguendo lungo il fiume Sumida verso nord si arriva al tempio Sensoji, il più antico nella zona metropolitana di Tokyo. Per vederlo insieme al portale Kaminarimon e ai negozi intorno è consigliabile avere almeno mezza giornata a disposizione..

(C)Sensoji Temple

Al tempio Sensoji, il famoso portale e la pagoda

Una volta nella zona di Asakusa, anche la vicina Ryogoku merita una visita, soprattutto per il museo Edo-Tokyo dedicato alla storia della città antica. Poco distante da Ryogoku, dal molo di Etchujima, si possono raggiungere direttamente i giardini Hamarikyu.

Nei giardini Hamarikyu, un tuffo nel passato

Dai giardini, proseguendo verso nord si arriva al Palazzo imperiale, dove nel periodo Edo aveva sede il castello in cui risiedevano gli shogun Tokugawa e che, protetto da un complesso sistema di fossati, era impenetrabile.

Il Palazzo imperiale dove aveva sede il castello di Edo

Intorno al Palazzo imperiale, giardini in cui passeggiare alla scoperta delle testimonianze del passato: le fondamenta della torre, le porte e le postazioni di guardia. Sulle piccole barche a remi a noleggio, piacevoli momenti lungo un tratto del fossato Chidorigafuchi.

In barca a remi sul fossato Chidorigafuchi

Gite sui fiumi

Le gite sui fiumi Sumida, Kanda e Nihonbashi sono perfette per vedere la città nei suoi aspetti vecchi e nuovi. Visite guidate e gite di piacere sono organizzate da diversi operatori con partenza da Nihonbashi, Asakusa e Ryogoku.
Gite sui fiumi

Gita sulle acqua del fiume Sumida

La storia continua

A Tokyo, le zone sull'acqua sono in continua evoluzione, soprattutto nelle aree che si affacciano sulla baia. Negli ultimi decenni, per soddisfare varie esigenze sono state costruite molte isole artificiali: tra quelle più nuove e in rapido sviluppo, Odaiba, Tennozu Isle e Shibaura, dove venire a contatto con la città in espansione.

Odaiba e Tennozu Isle