I miei Preferiti

La mia guida di Tokyo

Hai trovato qualcosa di interessante? Fai clic sul cuore nell'articolo per aggiungere una pagina di questo sito ai Preferiti.

Inizio del testo principale.

Esplora per Interessi

Dove e cosa nella capitale dei buongustai.

A Tokyo, mangiare e bere sono esperienze uniche grazie all'infinita scelta di ristoranti e locali per tutti i gusti, da quelli stellati a quelli più popolari, tra cene spettacolari e cocktail speciali da sorseggiare agli ultimi piani dei grattacieli.

Contrariamente a quanto si può pensare, mangiare e bere fuori a Tokyo non è molto costoso anzi, i prezzi sono spesso inferiori a quelli di altre grandi capitali. E per le ordinazioni non c'è da preoccuparsi: sempre più ristoranti hanno menu in inglese e c'è anche un sito per cercarli.

Suggerimenti

  • Informarsi: i ristoranti vegetariani, vegani e per chi ha altre esigenze alimentari sono in aumento, ma non ovunque.
  • Nei ristoranti e nei locali si può fumare, ma ci sono anche posti in cui è vietato o permesso solo nelle salette riservate.
  • In Giappone non si usa lasciare mance.
  • In molti locali e pub 'izakaya' si paga il coperto, che include un piccolo antipasto.
  • Si possono bere alcolici anche all'aperto.

Cucina giapponese

Ristoranti delle specialità più famose come sushi, ramen e tempura si trovano ovunque, ma certe zone della città sono famose per piatti specifici. Per il pesce più fresco, ad esempio, spesso si scelgono i ristoranti di Tsukiji, Ginza o del mercato di Toyosu.

Per chi ama i ramen, Shinjuku, con i suoi uffici e le strade sempre piene di gente, è piena di ristoranti, in particolare lungo Otakibashi-dori, la strada che collega l'uscita est della stazione JR e la stazione Okubo. Anche Ikebukuro e Takadanobaba sono famose per i ramen e al piano interrato della stazione Tokyo, partendo dall'uscita sud di Yaesu, c'è Ramen Street.

Nelle zone più tradizionali come Kanda, Nihombashi e Asakusa si trovano facilmente ristoranti a conduzione familiare da generazioni, ottimi per gustare la tempura più leggera o un piatto di soba, a base di grano saraceno. In generale, mangiare rumorosamente non fa parte delle buone maniere a tavola ma, in Giappone, succhiare sonoramente ramen e soba è considerato un modo per apprezzarne la bontà.

Una volta provati il sushi e i ramen, si può passare ad altre specialità come pasta udon, spiedini di pollo yakitori o kushikatsu, fritti. Oppure le "frittate" okonomiyaki o la carne alla griglia, entrambe da cucinare personalmente al tavolo.

Cene gourmet

Con più di duecento ristoranti stellati Michelin, Tokyo è una delle capitali sovrane in fatto di mangiar bene. Oltre ai posti più esclusivi, ci sono tantissime altre opzioni, anche in zone insospettabili come Otemachi e Marunouchi, vicino alla stazione Tokyo.

Solo a Tokyo

A Tokyo si trovano piatti e cibi da tutto il Giappone - e da tutto il mondo - ma anche specialità locali difficili da trovare altrove. Tra queste, monjayaki, Fukagawa-meshi, dojo-nabe e chanko-nabe.

Il monjayaki è per certi aspetti simile alle "frittate" okonomiyaki: ha molti ingredienti da mescolare con farina e da cuocere alla piastra al tavolo, ma è diverso per aspetto e consistenza. Per gustare monjayaki e okonomiyaki, la zona giusta è Tsukishima.

Ryogoku è la zona della chanko-nabe, la sostanziosa zuppa che fa parte della dieta dei lottatori di sumo; a Fukagawa, invece, si va per il Fukagawa-meshi, piatto a base di riso con vongole cotte e vapore e porro; la zuppa di pesce dojo-nabe con porro e spezie si gusta ad Asakusa.

Oltre che per le tante specialità locali e non, Tokyo si distingue anche per la ristorazione a tema, ad esempio da Alice in Magical Land, il ristorante di Shinjuku dedicato ad Alice nel paese delle meraviglie oppure da Ninja Akasaka. Da Kaguwa, invece, le cene diventano teatrali con concerti e balletti.

Come chi vive a Tokyo

Seguendo gli impiegati che escono dal lavoro si hanno buone probabilità di arrivare ai locali sotto i cavalcavia o in uno dei tanti vicoli 'yokocho' pieni di bar e piccoli ristoranti segnalati da lanterne di carta e insegne vecchio stile. I cavalcavia vicino alle stazioni di Yurakucho e Ueno sono famosi per le 'izakaya' più tradizionali, mentre a Nakameguro ci sono locali più alla moda.

Shinjuku, Shibuya ed Ebisu sono le zone migliori per esplorare i vicoli 'yokocho', in particolare Golden-Gai, Omoide Yokocho, Shibuya Nombei Yokocho ed Ebisu Yokocho. L'atmosfera è molto rilassata e amichevole e i vicoli sono un'occasione divertente per conoscere e provare la "cultura del bere" insieme alla gente del posto. E per inserirsi ancora meglio, un bel bicchiere di sakè, shochu (pron. sciociu) o chuhai (pron. ciuhai).

Per un bicchiere a notte fonda

Locali che servono i cocktail più elaborati, magari con vista sulla città, e poi bar per un bicchiere in piedi dopo la discoteca: a Tokyo il divertimento continua fino all'alba. Le zone della vita notturna sono principalmente Roppongi, Shinjuku e Shibuya. Roppongi, in particolare, è quella più internazionale, preferita dagli stranieri; Shibuya è più di tendenza in chiave alternativa, mentre Shinjuku, dove si trovano anche i locali LGTB di Nichome, sa accontentare tutti.

HOME > Cosa vedere & cosa fare > Mangiare & Bere