I miei Preferiti

La mia guida di Tokyo

Hai trovato qualcosa di interessante? Fai clic sul cuore nell'articolo per aggiungere una pagina di questo sito ai Preferiti.

Inizio del testo principale.

Updated: April 2, 2018

Artigianato e forza bruta nel tradizionale quartiere sul fiume

Ryogoku, il quartiere vicino al fiume Sumida, è famoso per i suoi numerosi piccoli laboratori di artigianato tradizionale, per le scuole di sumo dove i possenti lottatori si allenano. Vicino alla stazione c'è anche il Ryogoku Kokugikan, lo stadio di questo sport nazionale: qui, chi è in visita a Tokyo durante uno dei tre periodi annuali in cui si tengono i tornei può provare l'emozione di vedere da vicino i lottatori 'rikishi' affrontarsi dopo una cerimonia con stendardi e tamburi battenti. A Ryogoku, inoltre, ci sono diversi musei per conoscere meglio il periodo Edo (1603-1867) e le vicende storiche di cui la zona è espressione.

Suggerimenti

  • Passeggiando ci si può imbattere nei lottatori di sumo che si allenano nella zona
  • Approfondire la storia del periodo Edo nei musei
  • Visitare i laboratori di giovani artigiani

Come andarci

La stazione più vicina è Ryogoku (linee Sobu, Toei Oedo).

Dall'aeroporto di Haneda: in treno (55 minuti).
Dall'aeroporto di Narita: in treno (90 minuti).
Dalla stazione Shinjuku: linea Sobu (22 minuti).
Dalla stazione Tokyo: linea JR Yamanote fino a Akihabara e poi linea Sobu (tempo di percorrenza: 16 minuti).

Lottatori di sumo nella vita quotidiana

Il sumo, sport nazionale giapponese, risale a più di quindici secoli fa e ha le proprie radici proprio a Ryogoku. Ogni anno in diverse regioni si tengono vari tornei, tre dei quali a Ryogoku. Lo spirito del sumo, tuttavia, vi si respira tutto l'anno: le scuole sono numerose e non è raro vedere i lottatori per strada. In alcune scuole, poi, è consentito assistere agli allenamenti mattutini, basta informarsi e rispettare alcune regole. E per gustare i piatti che sostengono i lottatori ci sono i ristoranti di 'chanko-nabe', una sostanziosa zuppa con carne e verdure.

Alla scoperta del periodo Edo

Il periodo Edo ha significato per il Giappone un grande sviluppo economico e culturale e a Ryogoku ci sono molti musei che danno un'idea di com'era la vita all'epoca. Nel Museo Edo-Tokyo, ad esempio, è stato ricostruito un angolo tipico di un quartiere di quei tempi attraversando il quale si avrà la sensazione di trovarsi tra paesaggi e suoni di un'altra epoca. Oltre alla zona dedicata a Edo, nel museo c'è anche quella dedicata a Tokyo, dove viene presentato lo sviluppo della città. Per conoscere l'arte, invece, c'è il museo Sumida Hokusai dove sono esposte molte opere del maestro di ukiyo-e. Per qualcosa di più "affilato" c'è il Museo delle spade giapponesi con la sua grande collezione di tesori nazionali, mentre il museo Tokyo Origami è dedicato all'arte di piegare la carta.

Al di là del fiume, il mondo dell'artigianato

Attraversando il fiume da Ryogoku c'è Asakusabashi, la zona dei laboratori artigianali dove si producono oggetti originali in vari materiali tra cui legno, vetro e cuoio, e dove negli ultimi tempi lavorano molti giovani, portando nuova vita nelle antiche tecniche. Con l'artigianato si può venire a contatto anche nel Museo del legno di paulonia, dove vengono fabbricati mobili in stile antico, e nel Museo dell'arte pirotecnica, con tanti fuochi d'artificio e poster d'epoca, mentre nel laboratorio Sumida Edo Kirikokan si può visitare la fabbrica del vetro (con guide che parlano solo il giapponese) e creare un oggetto di vetro intagliato nello stile Edo kiriko.

Parole Chiave

Attrazioni nelle Vicinanze